martedì 13 giugno 2017

Amministrativamente donna: si può.

C'è un vincitore vero della tornata elettorale appena conclusa (conclusasi già al primo turno, per noialtri della fascia 5-15mila) anzi una vincitrice, ed è la rappresentanza di genere: mai così tante donne in un'assemblea consiliare della Città dei Trulli. Dopo aver toccato le 5 presenze (su 20 consiglieri) con la consiliatura De Luca 2007-2012, il consiglio che si insedia a breve conta ben 7 consigliere su 16 (ma si può dire "consigliera"? sì, la Crusca approva). Tutto in linea con le statistiche nazionali, ma è una vittoria parziale, perchè se è stata necessaria una legge ad-hoc, la Legge 215/2012, vuol dire tanto: significa che in Italia abbiamo ancora tanto da pedalare per raggiungere le democrazie nordeuropee. Gioiamo per il risultato, auguriamo un buon lavoro alle consigliere di maggioranza ed opposizione, con l'esortazione che facciano sentire bene il loro peso e non siano solo elementi numerici, e che con loro si pervenga alle decisioni importanti per la comunità con maggiore ponderatezza rispetto al passato recente.



domenica 21 maggio 2017


Sentire la necessità di cambiare, di non rimanere uguali a se stessi, ma sentirlo da dentro, non come una imposizione dei tempi, non perchè è la moda del momento. Insieme a questo magari aprire gli occhi e guardarsi intorno per scrutare uno ad uno gli "amici" e scoprire, sgomenti, che non sono tali, che si servono di te e delle tue risorse per propri interessi, per consenso personale o questioni di budget. Passare da uno "ieri" fatto di yes-man ad un "oggi" di telefoni lasciati squillare per dedicarsi a se stessi ed alle proprie passioni.