mercoledì 9 gennaio 2008

Panzerotto musicale (ho suonato con un vero cantautore)

panzerotto_1Antefatto: c'è che nei giorni scorsi mi son trovato a cena in casa di amici (una masseria nel centro delle Murge, di recente splendidamente recuperata dal degrado degli anni) insieme a moglie e bambini.

Il padrone di casa mi preavvisa: "Giuseppe, vorremmo gustare i panzerotti* preparati da tua moglie, ma porta anche qualche strumento musicale perché c'è una sorpresa e sicuramente si suonerà". No-problem, porto la chitarra acustica ma poi penso che se c'è qualcun altro che già suona la chitarra, sarebbe bello accompagnarlo al basso; porto anche quello. Meno fortunata (si fa per dire) la consorte che s'è preparata all'evento conviviale non con la solita tranquillità e con la prospettiva di una quantità industriale di pasta da preparare. All'arrivo siamo un po’ spiazzati dall'accoglienza "mistica": nel grande salone candele, incensi, luci soffuse, Crescenzio è una persona che sa come coccolare gli amici. E ci presenta subito agli altri: lui è Fausto, maestro yoga (ah, ora mi spiego l'allestimento), lei è Giulia, pranoterapeuta (oddio, che ci faccio qui stasera?!), lui è Michele, architetto (ci conosciamo già) e lui è Salvatore, musicista (ah eccolo, una persona… normale). Siamo davvero tanti.
Salvatore non è proprio un musicista qualunque: è uno di quelli che fino a qualche tempo fà si sarebbe definito un "cantautore". Ha girato il mondo ed ora è al suo quarto album, di recente pubblicazione. E' subito chiaro che la serata avrà lui protagonista: imbraccia la chitarra e parte diritto con un repertorio musicale che va dagli anni '70 fino ad oggi, dalla musica degli evergreen italiani fino ai R.E.M. e gli U2 e per finire (viste le festività natalizie) col Merry Christmas di John Lennon e la vera voce di un coro di ospiti inglesi. Fatico un pò a tenergli dietro col basso, ma comunque mi difendo: so essere una buona spalla. 
Bella ed irripetibile serata, ennesima dimostrazione che la musica è un linguaggio universale e crea empatie istantanee tra persone che dieci minuti prima neanche conoscevi. Persino il timido Martino ha cantato "White Christmas", mentre Cosmo ha osservato curioso cotanti cantori tra le braccia di mamma Maria Grazia, provata insieme a Teresa dalle fatiche culinarie, ma divertita.

*panzerotto: piatto salato tipico pugliese, detto anche calzone fritto o panzarotto. Composto da un involucro di pasta da pizza, lavorato e reso con la forma di piccola mezzaluna, è farcito al suo interno con mozzarella e pomodoro e in seguito fritto in olio d'oliva o infornato.
courtesy image: mrs. chiccamart

11 commenti:

scarmilla ha detto...

Evviva il panzerotto, allora!
Un caro saluto, Scarmilla.

Unpercento ha detto...

the murge's unplugged! ;-)

bimodale ha detto...

un ottimo anno anche a te!

ceglieterrestre ha detto...

Questi panzerotti, mi fanno vertamente gola, addio linea. Un caro saluto franca

rosdrudidurella ha detto...

Mamma mia che ho visto! sono golosissima di quei panzarotti che non mangio da secoli, li faceva la nonna di Giovinazzo.
Sul tuo commento ti replico che si è proprio la mentalità che va cambiata in tutto e in tutti, non esistono regioni immuni a questo stillicidio della mente, la spazzatura della campania è solo un bruscolino nell'occhio del ciclone... Se non siamo noi a mettere le basi partendo dalle pianticelle tenere e i germogli, nostri figli.
Baci
Rossella.

gentlemac ha detto...

Mi raccomando, se vieni a cena a casa mia porta la chitarra e il basso anche se io non sono un cantautore e non sono nemmeno tanto ... normale ;-)
Posso "procurare" anche il maestro yoga e l'Architetto, mentre per il pranoterapeuta bisogna che ci pensi tu :)

robdigiu ha detto...

Bhè, io sono uno sfegatato di panzerotti (origini pugliesi non mentono...) e serate musicali... se poi me li ritrovo entrambi, wow, è quasi un sogno!

ceglieterrestre ha detto...

Panzerotti e musica il top.Grazie Beppe per la tua adesione, Kassim ti ringrazia bacione a 17x2 ;)franca

ceglieterrestre ha detto...

URGENTE: DEVI DIRE AI TUOI CONTATTI DI NoN ACCETTARE: zac3007@ HOTMAIL. IT PERCHE' NoN E' UN UTENTE, MA UN VIRUS CHE FORMATTA IL PC, E SE LO ACCETTA ANCHE UNO SOLO DEI TUOI CONTATTI, LO PRENDI ANCHE TU. FAI COPIA E INCOLLA E INVIALO ANCHE AI NoN IN LINEA. FALLO PER FAVORE! ciao franca

rosdrudidurella ha detto...

Ciao Beppe,
come stai? .. Io bene
spero cambierai presto questo post, perchè sto cercando di fare una dieta, ma la vista di quegli splendidi panzerotti mi apre lo stomaco, succhi gastrici ed aquolina in bocca, un mix micidiale e quindi poi alla fine cedo perchè non ce la faccio a resistere, sono troppo golosa. Inoltre, ricordati che sono pugliese al 50% anche io.
Si! Il giornalista dell'unità web, mi ha risposto due volte, la cosa è andata avanti, sto aspettando la sua terza replica alla mia che non credo ci sarà.
Ho deciso di postarli tutti come ho fatto con i primo, pubblicando la email intera, domanda e risposta.
Non credo di violare la privacy pubblicandole nel mio blog, non credi? per il resto ha detto quanto mi aspettavo, ma non ti anticipo nulla. Nel fine settimana lo farò e potrai leggerlo.
Baci e .... mamma mia quei panzerotti e chi me li fa più a me?.. Perse le nonne è finita ...
Ciaoooo
Rossella.
NB:
Baci ai pupi.

jeneregretterien ha detto...

da noi i panzarotti sono i crocchè di patate. Questi li chiamiamo calzoncelli. Sono buonissimi.
ciao